In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

L'officina di Efesto

Efesto
Il mito racconta di Efesto, rifiutato da sua madre Era, scaraventato giù dalla sommità dell'Olimpo poiché piuttosto brutto, anzi deforme, e zoppo.
Nonostante sia stato rinnegato riesce a ricominciare, addirittura arrivando a congiungersi con Atena, ma nel momento dell'orgasmo la stessa sparirà e lo farà eiaculare sulla terra ottenendo di generare con la stessa.
Efesto, pero', riuscirà a far breccia nel senso materno e sarà riammesso nella schiera olimpica arrivando a farsi dare in sposa Afrodite. Eppure sarà miseramente tradito dalla stessa con Ares.
Nessuno saprà dirci se Eros sia figlio di Efesto o frutto del tradimento.
Eppure questo dio scacciato realizzò la maggior parte dei magnifici oggetti di cui si servivano gli dei, nonché quasi tutte le splendide armi dotate di poteri magici che nei miti greci compaiono in mano agli eroi.
E cosa c’è di più magico di un personaggio queer come Efesto? Scacciato, umiliato,sconfitto, brillante, tradito, scagliato, magico, originale, perdente, conquistatore, fecondo, accolto, fondamentale, inutile, miserevole, creativo.
Le pagine dell’Officina di Efesto saranno un modo di intendere il queer partendo dal presupposto del "queer visto da me", a modo mio, perché solo ciò che va oltre quello che ognuno di noi riesce a concepire può assurgere a tale rango.
Gianfranco Meneo*


*Gianfranco Meneo insegna negli istituti di II grado di Foggia. Si occupa di studi sociologici. Nel 2011 ha pubblicato con Palomar edizioni "Transgender. Le sessualita' disobbedienti". Nella realta' locale in cui vive, da sempre "arida" nei confronti delle tematiche lgbt, ha avviato un lungo confronto di discussione che lo ha portato a fondare non senza polemiche Arcigay Foggia. Innamorato dell'idea di un attivismo libero, scevro da ogni condizionamento, lascia l'associazione verso la fine del 2012. Alle recensioni dei libri e alla diffusione del libero pensiero contribuisce oggi con l'ausilio dei social network.

 


pietre



Fatti non foste che per procreare


cicognaok

“Per noi la famiglia è fatta da un uomo, una donna che si sposano per la procreazione e dai figli”, questa affermazione domenicale (Durante "In mezz'ora") non è giunta dal vetusto pulpito di qualche arrogante sacerdote bensì da Angelino Alfano ex amico del cuore del sig. B. e da qualche settimana leader del Nuovo Centrodestra.



Non tutte le torture tormentano i cattolici

papa Bergoglio




Lettera a papa Bergoglio
da parte di un uomo che chiede di capire
le ragioni di un silenzio colpevole 





Oggi mi sono sentito queer


images 2
Tutto inizia da un incontro casuale con un uomo e suo figlio...





Lunedi, 21 Agosto 2017 19:42:09

Esegui Login o registrati




Siamo qui grazie a:
AGISLAB-MI 1
vai



Cerca

This Web Site can be translated to your language:

Iscriviti alla nostra newsletter

 


Save the Children
save-the-children 
Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 
FacebookTwitterLinkedin