In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

È iniziata l’Onda Pride 2016

 

logo-onda-pride

Si inizia a Napoli il 28 maggio con Napoli Pride e si finisce il 19 agosto con il Calabria Pride. Ben ventuno città dal nord al sud ospitano gli eventi dell’orgoglio Lgbt.






 

Anche quest’anno è arrivato il tempo dell’Onda Pride, un’onda gioiosa che attraversa tutta la penisola per celebrare l’orgoglio Lgbt.


Si inizia a Napoli il 28 maggio e si finisce a Catania il 19 agosto e nel mezzo tante altre città da nord a sud ospitano, napoli-pride-oltre alla tradizionale parata, eventi, incontri, dibattiti.


Sono già ventuno, infatti, le città che hanno aderito alla grande manifestazione dell’orgoglio nazionale: Napoli, Roma, Pavia, Treviso, Firenze, Genova, Palermo, Varese Milano, Caserta, Bologna, Perugia, Latina, Cagliari, Catania Taranto, Torino, Siracusa, Gallipoli, Rimini e Catania.


Sul sito di Onda Pride e sulla pagina Facebook vi sono tutte le informazioni relative alle manifestazioni.


                     onda2016-mappa


Dopo Napoli sarà Roma a prendere il testimone: Sabato 11 Giugno il Roma Pride sfilerà per le vie della città con la grande Parata  Il Coordinamento Roma Pride, formato da oltre venti tra Associazioni e realtà lgbtqi, ha annunciato che laromapridemanifestazione gode del patrocinio dell’Ambasciata del Canada, della Delegazione del Quebec e dell’Ambasciata degli Stati Uniti.


Un incoraggiamento molto particolare alle amiche e amici di Latina che scenderanno in piazza, per la tradizionale parata, il 25 giugno anche per contrastare le deliranti affermazioni dei candidati sindaci di destra. Questi oscurantisti, come viene spiegato in un articolo di Il Tempo si sono impegnati a «promuovere e favorire la famiglia quale società naturale fondata sul matrimonio tra un uomo e una donna naturalmente orientata all’accoglienza e alla protezione dei figli in particolare fornendo servizi per incentivare la formazione di nove famiglie e la piena realizzazione della maternità e della paternità».


                                           latina-pride


Il 25 giugno ci sarà anche la Pride milanese che rappresenterà il punto di arrivo della Pride Week. Una settimana di eventi e incontri che si concluderà con la parata in partenza da Piazza Duca D’Aosta. Io sarò in prima linea con l’ASA Onlus- Associazione Solidarietà Aids, che oltre ad aderire alla manifestazione, sarà presente dal 23 al 25 giugno con uno stand negli spazi della Pride Square in via Lecco. Inoltre, organizzerà anche il Tram della Salute con tanta musica, tanti depliant e tanti… preservativi.


                                            milano-pride


Quest’anno scenderemo in piazza con la consapevolezza di aver ottenuto una legge sulle unioni civili. Brutta, incompleta, già “vecchia” rispetto al resto d’Europa, però è un innegabile passo avanti. Finalmente esistiamo e non siamo più invisibili. Siamo ancora cittadini di serie B e per questo non dobbiamo mollare.

C’è ancora molta strada da fare e noi siamo pronti a camminare per raggiungere i nostro obiettivi: il matrimonio egualitario e una legge contro la omotransfobia.
M.Z.

 

 

 

Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sabato, 18 Novembre 2017 18:42:55

Esegui Login o registrati




Siamo qui grazie a:
AGISLAB-MI 1
vai



Cerca

This Web Site can be translated to your language:

Iscriviti alla nostra newsletter

 


Save the Children
save-the-children 
Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 
FacebookTwitterLinkedin