In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Milano Pride, non solo una Parata

                                      

logomilanopride

  

La tradizionale parata che sfilerà tra le vie di Milano sabato 28 giugno è solo uno degli eventi che colorano d’arcobaleno il capoluogo lombardo durante la Pride Week.


 

Lunedì 23 giugno è iniziata Pride Week e si concluderà sabato 28 giugno con la parata che ha il patrocinio del Comune di Milano, della Regione Lombardia e l'adesione di numerose altre realtà. La tradizionale parata, che celebra i moti del '69 dello storico locale Stonewall di New York, partirà sabato 28 giugno alle 17,00 da Piazza Duca d'Aosta e, passando per Corso Buenos Aires, giungerà a Porta Venezia dove il corteo si trasformerà in una festa stanziale, animata dai palchi organizzati dalle più importanti discoteche "friendly" della città.

 

Come l'anno precedente, il concetto di sostenibilità sarà il punto di forza del Pride. Anche quest'anno, infatti, il Milano Pride 2014 sarà ecologico. Tutti i ciclisti, o chiunque volesse prendere parte alla Manifestazione con dei mezzi alternativi sono i ciclistabenvenuti e sono invitati a ritrovarsi alle ore 16,00 di sabato 28 giugno sul lato destro (guardando la stazione) di piazza Duca D'Aosta, vicino alla rastrelliera delle biciclette del Bike-Mi.

 

Il Milano Pride ha l’obiettivo di essere una manifestazione sostenibile, interpretando i bisogni della comunità LGBTA (Gay, Lesbiche, Bisessuali, Transessuali e Asessuali) in un'ottica di sostenibilità ambientale. L'assenza di carri e mezzi pesanti contribuirà alla salvaguardia dell'aria. Si ridurrà al minimo la stampa del materiale promozionale, privilegiando i canali social, e l'impianto audio seguirà strettamente le norme consigliate da Lega Ambiente. 

La parata sarà animata anche quest'anno da artisti di strada, bande e gruppi musicali. I partecipanti saranno invitati a partecipare al flash mob di fine parata sulle note della canzone Tous les memes di Stromae. Inoltre, per sostenere gli sforzi del Comune per migliorare la mobilità e l'aria di Milano, è stata siglata una collaborazione con CAR2GO, che fornirà i mezzi attraverso i quali sarà diffusa la musica per tutto il corteo.

   

Il Milano Pride da sempre mantiene costi di organizzazione contenuti, facendo scelte innovative quali l'assenza di carri e la collaborazione degli studenti di Sound Design dello IED per la produzione di musica originale pensata ad hoc per la parata del Pride 2014, rilasciata su creative commons e di libero utilizzo e sharing per la manifestazione. Come già nel 2013, saranno fatte delle scelte nell'ottica del risparmio e del coinvolgimento sinergico di attività commerciali private. La copertura fotografica e video di tutti gli eventi e della parata sarà garantita grazie alla collaborazione con l'Istituito Italiano di Fotografia.

 

 

Un Pride inclusivo e sociale

 

La comunità LGBTA ritiene importante aprire il Pride alle persone con storie diverse e collegare le esigenze delle diverse minoranze che, tutte insieme, sono la maggioranza dell’umanità. Pertanto per la prima volta quest’anno parteciperanno ufficialmente alla parata del Milano Pride gruppi in rappresentanza di molte comunità di migranti. Il Milano Pride è una festa di tutte e di tutti, diretto non solo alle persone LGBTA. Questa concreta apertura si declina, in questo caso, anchemappa nell'accessibilità verso chi non può parteciparvi agevolmente e autonomamente. 

Il Pride intende dunque mandare un messaggio accogliente rendendo la manifestazione accessibile anche ai non vedenti e agli ipovedenti. Per questo motivo, per chi non potesse raggiungere il corteo, quest'anno il comitato organizzativo garantisce la presenza di un volontario per ciascun utente che si registrerà inviando una mail di segnalazione all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Sarà inoltre introdotta, come l'anno scorso, la figura di un interprete a favore dei sordi per i discorsi che si terranno al termine della manifestazione. 

Anche Il Movimento 5 Stelle Lombardia aderisce e sostiene le ragioni del Milano Pride 2014. Lo ha scritto il gruppo in una nota, chiedendo che alla manifestazione partecipi anche il presidente del Consiglio regionale, Raffaele Cattaneo, dopo che l'Ufficio di presidenza del Pirellone ha dato per la prima volta anche il suo patrocinio (gratuito) alla settimana organizzata dalle associazioni contro l'omofobia.

 

 

Milano Pride Week: intrattenimento e cultura 

Il Milano Pride non vedrà il suo culmine nella sola parata ma, come già nell’edizione del 2013, sarà caratterizzato da un ricco programma di spettacoli, eventi culturali e commerciali che per l'intera settimana del Pride -dal 23 al 29 giugno- dipingerà la città con colori dell’arcobaleno.

Le iniziative della Pride Week saranno concentrate soprattutto attorno all’area di Porta Venezia e Piazza Oberdan, resa finalmente viva grazie a un lounge bar, un dj set e una serie di gazebo gestiti dalle associazioni LGBTA.  Fra gli eventi ricordiamo lo spettacolo Ma vabbè di Dodi Conti in collaborazione con il teatro Elfo Puccini, i tradizionali incontri nella libreria Tadino, le proiezioni allo spazio Oberdan di tre lungometraggi scelti per noi dal Festival Mix e, per gli amanti dello sport, l'open day delle associazioni sportive (Milano Pride Opens) durante la giornata di domenica 29 giugno. Sono state inoltre attivate numerose convenzioni commerciali che permetteranno ai partecipanti di usufruire di una serie di sconti presso negozi, bar, ristoranti e teatri della città utilizzando sia la tessera ARCIGAY sia, nel mese di giugno, la Pride Card gratuitamente scaricabile dal sito della manifestazione.

L’obiettivo è superare i numeri del 2013, quando 50mila persone hanno sfilato e partecipato agli eventi di Milano pride.

Il programma dettagliato e tutte le informazioni sono disponibili sul sito della manifestazione.





Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Mercoledi, 22 Novembre 2017 17:23:34

Esegui Login o registrati




Siamo qui grazie a:
AGISLAB-MI 1
vai



Cerca

This Web Site can be translated to your language:

Iscriviti alla nostra newsletter

 


Save the Children
save-the-children 
Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 
FacebookTwitterLinkedin