In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Carlo Gabardini testimonial di Roma Pride 2014

 

tania-markus-small
Venerdi 6 giugno si concludono gli incontri al Roma Pride Park e sabato 7 giugno tutti pronti a sfilare nella ventesima parata per l’orgoglio. Appuntamento dalle
15 in Piazza della Repubblica. 



 


Carlo Gabardini è il testimonial di Roma Pride 2014. Attore e autore televisivo, con i suoi video Carlo è riuscito a veicolare ai giovani importantissimi messaggi di uguaglianza come quelli del video La marmellata e la Nutella: ci si innamora di chi ci si innamora e della risposta alle farneticazioni di Carlo Taormina contenute nel video Malato? Io sto benissimo!carlo-gabardini


Venerdì 6 Giugno, alla vigilia della Parata, Carlo Gabardini sarà al Roma Pride Park presso il Circolo degli Artisti, in via Casilina Vecchia 42, per il dibattito Combattere l’omofobia, con una risata si può?; e sabato 7 giugno sfilerà per le strade di Roma con il festoso e orgoglioso corteo.


Ancora incontri al Roma Pride Park

Oltre al dibattito con Carlo Gabardini, molti incontri anmeranno la giornata conclusiva di Roma Pride Park.

Nell’area dibattiti alle 17,30 Lo Stylebook di Gaynet, una proposta messa a punto dalla redazione di Gaynet per un lessico sugli orientamenti sessuali e le identità di genere.

pridepark2014
Alle ore 18 nelle Spazio Cinema la presentazione di Le inutili vergogne di Eduardo Savarese.

Sesso e mistica della carne. Perversioni private e famiglia. Corpi ambigui e apparizioni angeliche. Occasioni mancate e cattoliche penitenze. Nel diagramma confuso di questi contrasti, l’autore, affronta i difficili percorsi dell’identità declinando le diversità dell’amore.

E poi tutti gli eventi Extra Park e i Party ufficiali di venerdì 6 giugno.


La Parata e i carri

Per chi vuole partecipare alla ventesima parata del Roma Pride -la marcia pacifica e gioiosa che dal 1994 sfila nel mese di giugno per le vie della Capitale per la rivendicazione dei diritti delle persone lgbtqi (lesbiche, gay, bisessuali, transessuali, queer e intersessuali)- l’appuntamento è per sabato 7 giugno, dalle ore 15 in Piazza della Repubblica.

Quest’anno ben 15 carri allegorici parteciperanno alla sfilata da Piazza della Repubblica e che, dalle ore 16.00, si snoderà fino ai Fori Imperiali dove, dall’autobus inglese a due piani del Coordinamento Roma Pride, composto da più di 25 Associazioni e realtà lgbtqi, si terranno gli interventi delle Associazioni a conclusione di una settimana di eventi  culturali, politici, artistici e ludici nel Pride Park e in tutta la città.roma-pride-2014-cartolina-2

In accordo con il Comune di Roma tutti i carri saranno ecosostenibili, non verranno usate schiume, bolle di sapone ma solo ed esclusivamente materiale ecologico, ad esempio coriandoli di carata riciclata.

Ed ecco alcune anticipazioni sui carri che sfileranno, tutti coloratissimi, con musica e con l’immancabile bandiera rainbow declinata nelle sue varie forme e versioni.

Apripista il carro del Coordinamento Roma Pride, un coloratissimo autobus inglese a due piani sul quale sarà presente il testimonial del Roma  Pride, l’attore e autore Carlo Gabardini e dal quale a fine parata le oltre 25 Associazioni del Coordinamento terranno gli interventi conclusivi.

Il carro del Circolo di cultura omosessuale Mario Mieli espone gli striscioni con le foto dei volontari e delle volontarie che hanno deciso con orgoglio di metterci la faccia e rivendicare c di essere gay, lesbiche e trans;

Il carro di Queerlab con lo slogan lanciato da  Conchita Wurst, vincitrice dell’ultima edizione dell’Eurovision, “Siamo inarrestabili!”, come lo era lo spirito di Stonewall, quando per la prima volta le persone trans, lesbiche, gay e queer si opposero all’ennesimo sopruso della polizia.

Il carro Anddos, con scenografie e mega animazione coloratissima in stile  Antenati, per denunciare l’immobilismo del nostro Paese riguardo ai diritti  lgbtqi.

Il carro del Pride Quotidiano di Gaynet e Gaiaitalia.com  che suggerisce l’idea che il Pride sia tutti i giorni e non solo  una volta l’anno.

calcio al pregiudizio 2014
Il carro della CGIL che da anni è presenza politica di rilievo.

Il carro di Muccassassina, che  avrà i colori della bandiera rainbow e sarà tempestato di grandi   pezzi di puzzle colorati con drag queen, dancers e gogo vestiti dei colori  rainbow, puzzle che vogliono significare la forza dell’unione di colori diversi ma con l’obiettivo comune della costruzione di una società più giusta e ricca per tutti.

Il carro Splash Roma e il suo slogan No Limit Love, un inno all’amore contro qualsiasi forma di discriminazione, tra gogo boys e drag queen in versione angeli.

La Fenice Gay con il suo carro funebre, celebra il funerale dei diritti civili basilari che sono ancora negati alla nostra comunità da una classe politica indifferente.

Il carro di Gorillas è aperto al pubblico e sarà ispirato alla foresta in cui dimorano i gorilla vichinghi. Sono a diposizione caschi di banane e un rifugio per gorilla. Tutto il carro sarà colorato di verde e giallo.

Ulteriori informazioni sugli eventi e sulla Parata sono disponibili sul sito della manifestazione.
M.Z.


                                               taniamarkus

 

 

 

Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Mercoledi, 22 Novembre 2017 17:22:44

Esegui Login o registrati




Siamo qui grazie a:
AGISLAB-MI 1
vai



Cerca

This Web Site can be translated to your language:

Iscriviti alla nostra newsletter

 


Save the Children
save-the-children 
Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 
FacebookTwitterLinkedin