In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

ICAR sbarca a Milano

 

banner-icar
Dal 6 all’8 giugno a Milano-Bicocca si terrà l’8° edizione dell’Italian Conference of AIDS and Antiviral Research con i massimi esperti del settore: oltre 150 scienziati e ricercatori e mille specialisti.







 

L’ottava edizione di ICAR (Italian Conference of AIDS and Antiviral Research) si terrà quest’anno dal 6 all’8 giugno 2016 a Milano. Il congresso, presieduto dai professori Andrea Gori, (Monza), Adriano Lazzarin, (Milano), e Franco Maggiolo, (Bergamo), si terrà presso l'Università Milano-Bicocca  in Piazza dell’Ateneo Nuovo, 1. Oltre 150 gli scienziati e i ricercatori presenti, dall’Italia e dall’estero, e mille gli specialisti. L’obiettivo, in continuità con la tradizione delle passate edizioni, sarà quello di presentare e discutere le novità in tema di prevenzione, diagnosi e cura delle principali infezioni virali. 
 

Di particolare attualità saranno sia la gestione della lotta all’HIV/AIDS, sia la terapia dell’infezione cronica da HCV. Le diverse tematiche arricchite dal contributo dei giovani ricercatori, come da caratteristica di ICAR, verranno discussebannertestrapido in modo condiviso con la partecipazione di tutti gli attori coinvolti, dalla comunità scientifica, alle associazioni dei pazienti e alle realtà istituzionali. ICAR (Italian Conference on Antiviral Research) è organizzata sotto l’egida della SIMIT, Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali. 

«ICAR è da sempre il congresso con maggiore visibilità per i giovani - ha spiegato Andrea Gori,  Direttore Malattie Infettive al San Gerardo di Monza, Università Milano-Bicocca - Dar loro visibilità, l'opportunità di lavorare, stringere alleanze per fare sistema: sono questi i principali obiettivi dell'appuntamento. Siamo consapevoli. infatti, che è finita l'era in cui era possibile lavorare da soli: per raggiungere risultati scientifici importanti occorre essere sinergici, serve coinvolgere molti centri  e collaborazioni».

 

Sono 366 i lavori scientifici ricevuti, da tutta Italia, a testimonianza della passione e della vivacità che sta vivendo la ricerca in ambito HIV/AIDS, nonostante le poche risorse disponibili. 

«Il numero di lavori ricevuti in questa edizione di ICAR è il più alto in assoluto, - ha evidenziato Gori - con un incremento di circa il 30% rispetto alle ultime edizioni. Durante la cerimonia di inaugurazione verranno premiati i vincitori del concorso ICAR-CROI Giovani ricercatori italiani che sono stati selezionati durante l'ultimo CROI da una giuria di scienziati americani. Durante la serata inaugurale, inoltre, si svolgerà una tavola rotonda per sottolineare il ruolo di ICAR come opportunità professionale per i giovani professionisti. Abbiamo chiesto a tutti i vincitori delle precedenti edizioni quale fosse stato il loro percorso professionale dopo ICAR, per discutere su come poter approcciare e migliorare la formazione di questi giovani scienziati».


Test Rapido HIV-HCV
 

Nelle tre giornate congressuali, nella piazza dell’Ateneo, ICAR ha organizzato una postazione dedicata al Test Rapido HIV-HCV con personale sanitario dell’UOC di Malattie Infettive dell’Ospedale San Gerardo di Monza. Il test è gratuito, confidenziale, anonimo, richiede pochissimo tempo ed è altamente affidabile. Perché fare il test è un gesto di responsabilità individuale e collettiva, a tutela della propria salute e di quella degli altri.

logopiazzaicar
All’interno dell’Università Milano-Bicocca vi è Villaggio Community, un’area interamente dedicata alle  Associazioni nazionali di pazienti che partecipano al Congresso: ospiterà stand dove sarà possibile richiedere informazioni e materiali.

Il punto di incontro ICAR per tutti è Piazza ICAR e Street ART – nella piazza dell’Università Milano-Bicocca. Nelle tre giornate del Congresso Stefano Prazzoli, pittore piacentino emergente, realizzerà in Piazza ICAR opere artistiche inedite che verranno poi donate all’Università.


L’impegno sociale di Icar
 

300 studenti delle scuole superiori di Milano, Pavia, Monza-Brianza sono i protagonisti della sessione in programma il 6 giugno nell’ Aula Magna dell’Università Bicocca dalle ore 13 alle ore 16 e presentano le opere finaliste del Concorso RaccontART, il contest artistico ideato da ICAR per sensibilizzare i giovani sull’importanza della prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili. Oltre alla Giuria scientifica, valuterà i lavori degli studenti una speciale Giuria Artistica composta da: Andrea Adriatico, regista di teatro e di cinema, Alessandro Gottardo (alias Shout), illustratore, Enzo Porcelli, produttore cinematografico, Antonio Siccardi, pittore, Guido Silvestri (alias Silver), fumettista e Rocco Toscani, fotografo e videomaker.

 

E c’è anche Convivio

Spazio anche alla raccolta fondi che coniuga arte e moda: Convivio, la più nota Mostra Mercato di beneficienza italiana, organizzata a favore di ANLAIDS Lombardia, prevede cinque giorni di shopping solidale dall’8 al 12 giugno (in FieraMilano City Pad 0 Ingresso Gate 3). Negli spazi previsti troveranno posto non solo le sezioni dedicate al vintage, alla moda bambini e all’arte, ma anche le nuove sezioni di arredo e design, insieme ad una accogliente zona di hospitality. Quest'anno il claim sarà "L’AIDS è di moda?". 

«Anche quest'anno - ha sottolineato Andrea Gori - Convivio rappresenta per la ricerca italiana un evento di fondamentale importanza. Grazie ai fondi raccolti durante questa iniziativa e al sostegno per la ricerca è stato possibile realizzare importanti scoperte nell'ambito dell'infezione da HIV. Chi crede in quest'iniziativa ha il desiderio di partecipare in modo concreto allo sviluppo della ricerca italiana: ICAR rappresenta l'opportunità di valorizzare questa sinergia. L'obiettivo di quest'anno è raggiungere i due milioni e mezzo di euro».

 

                   logo-banner-icar


ICAR IN CIFRE

- 3 i Presidenti ICAR, il principale Congresso italiano in HIV, Epatiti e infezioni virali - Andrea Gori, Adriano Lazzarin, Franco Maggiolo – coadiuvati da 20 membri della Segreteria Scientifica

- 3 giornate congressuali, 46 sessioni scientifiche

- 150 relatori nazionali e internazionali: i massimi esperti del settore

- 1.000 medici partecipanti: specialisti in malattie infettive, virologia, gastroenterologia, immunologia

- 150 rappresentanti della Community delle Associazioni Pazienti

- 150 giovani ricercatori: promettenti protagonisti della ricerca scientifica italiana

- 366 Abstract ricevuti: il record nella storia di ICAR, a testimonianza dell’impegno della ricerca scientifica nel nostro Paese

- 85 comunicazioni orali in 13 sessioni: il meglio della produzione scientifica di quest'area

- 6 Letture Magistrali: lo stato dell’arte, il futuro della ricerca, l’impegno sociale

- 9 Simposi scientifici: l’approfondimento in HIV, Epatiti, il contributo della Community
- 3 Corsi di aggiornamento per medici e personale sanitario: Virologia: le nuove prospettive nel monitoraggio delle infezioni da HIV, HBV e HCV; Infermieri: il nuovo ruolo dell’infermiere nella ricerca e nel percorso assistenziale; Epatite C e Coinfezione: dall’inquadramento clinico alla gestione terapeutica

 

Programma e tutte le informazioni sul sito di ICAR.

 

 

 

Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sabato, 18 Novembre 2017 18:32:16

Esegui Login o registrati




Siamo qui grazie a:
AGISLAB-MI 1
vai



Cerca

This Web Site can be translated to your language:

Iscriviti alla nostra newsletter

 


Save the Children
save-the-children 
Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 
FacebookTwitterLinkedin