In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Omofobia e transfobia: basta parole, vogliamo fatti concreti

 

stop-omofobiajpg


Siamo di nuovo al 17 maggio, la giornata internazionale contro omofobia e transfobia. Dopo anno nulla di fatto: in Italia non c’è ancora la legge ma aumentano le aggressioni fisiche e verbali. 




 

Un altro anno è passato, è arrivato il 17 maggio la giornata internazionale contro omofobia e transfobia. E in Italia siamo ancora senza una legge. Ma non ci facciamo mancare aggressioni fisiche e verbali contro le persone Lgbt.

Elencarle tutte è impossibile, mi limiterò a ricordare quelle che più mi hanno colpita.


Iniziamo con Kill the Faggot il videogame che incita a uccidere persone omosessuali e transessuali. Il videogame è stato ritirato, ma il gioco è ancora online, come spiega Umberto Rapetto dal suo blog su Il Fatto Quotidiano.


alessandra moretti
Che dire poi di Santino Bozza che nel 2012 aveva dichiarato: «I gay mi fanno schifo, se li vedo baciarsi sputo in terra» e oggi la sua lista appoggia Alessandra Moretti la candidata del PD alla guida della Regione Veneta? La signora Moretti si è premurata di precisare su Twitter che queste offensive dichiarazioni sono “ormai superate” e che Bozza ha sottoscritto il suo programma. Ma io nutro qualche ragionevole dubbio in queste “conversioni” prelettorali. Forse sono troppo sospettosa, ma sento odore di bruciato.


Nella lista degli omofobi ci sta bene anche Felice Belloli, presidente della Lega Nazionale Dilettanti, che parlando di squadre di calcio femminili ha detto: «Basta! Non si può sempre parlare di dare soldi a queste quattro lesbiche». Ne hanno parlato persino i Tg. Per rincuorarvi potete leggere il commento di Patrizio Gonnella su L’Espresso.


E concludo, ma l’elenco potrebbe continuare per molte pagine, con la presa di posizione del cardinale Angelo Bagnascobagnascopresidente della Conferenza Episcopale Italiana, su una veglia di preghiera in ricordo delle vittime della violenza dell'omofobia e di tutte le discriminazioni. Il Monsignore non ha dato il permesso alla Parrocchia cattolica della Sacra Famiglia di Genova di ospitare la veglia di preghiera. Un bell'esempio di carità cristiana.
Trovate tutti i particolari al seguente link.


Cosa aspettano i nostri politicanti ad approvare la legge? Non lo so, sicuramente per loro non è una priorità.


Cosa importa a loro se da un’indagine presentata nel corso del convegno organizzato dalla Regione Friuli Venezia Giulia, in occasione della Giornata Internazionale contro l'Omofobia, è emerso che oltre il 30% degli studenti intervistati ha dichiarato di aver subito aggressioni omofobe verbali o comportamentali, e più del 10% di aver compiuto atti omofobi?
Per saperne di più e inorridire leggete l’articolo pubblicato da Il Messaggero Veneto.


E ancora, cosa importa ai nostri politicanti se dal Report pubblicato lo scorso 10 maggio da ILGA-Europe per le libertà e i diritti delle persone Lgbt in Europa, risulta che la posizione dell’Italia è peggiorata ulteriormente, e adesso il nostro Paese si rainbow europe map -2015posiziona come fanalino di coda dietro a Paesi quali Grecia, Bulgaria, Romania, Serbia e Polonia?


Tutto questo non li smuove di un millimetro. E noi continuiamo a chiedere leggi senza ottenere nulla.


Anche il DDL sulle unioni civili è sembra definitivamente slittato a settembre, grazie agli oltre 4000 emendamenti presentati sul testo, soprattutto da NCD, alleati di Governo e omofobi.


Purtroppo temo che tra un anno mi ritroverò a scrivere l’ennesimo articolo sulla mancata approvazione della legge contro omofobia e transfobia e, anche sull’ennesimo rinvio del DDL sulle unioni civili.


Come sempre avranno vinto i fondamentalisti cattolici e noi resteremo con un pugno di mosche, pardon, con le belle e inutili promesse di Matteo Renzi.
M.Z.





Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Venerdi, 22 Settembre 2017 15:37:38

Esegui Login o registrati




Siamo qui grazie a:
AGISLAB-MI 1
vai



Cerca

This Web Site can be translated to your language:

Iscriviti alla nostra newsletter

 


Save the Children
save-the-children 
Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 
FacebookTwitterLinkedin