In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Il silenzio di una morte

silenzio


La morte di un'attrice cult ignorata dai telegiornali: un'occasione per riconsiderare le modalità culturali del tempo nel quale ci troviamo a vivere





 

In gergo giornalistico lo si definisce "coccodrillo" e, come molti di voi sapranno, si tratta di un pezzo con dati biografici che si prepara in anticipo per essere pronti a mandarlo in pagina alla morte di un "personaggio famoso", con tempestività...

L'11 febbraio scorso è morta, all'età di 84 anni, Shirley Temple, celebre per essere stata l'attrice cult per molte generazioni. Lo era stata per mia madre mentre per me era quasi una sconosciuta. Immancabilmente sulle testate di diversi quotidiani è apparso l'incipit del coccodrillo che era stato preparato per la sua dipartita, ma...

shirley-temple
Ma in questi anni ci siamo abituati a vedere i
coccodrilli preparati per la morte di attori, scrittori e personaggi illustri anche in televisione; generalmente alla nota biografica e alla notizia dei motivi del decesso si accompagnavano immagini, più o meno recenti, del defunto.

La morte della celebre bambina prodigio mi ha fatto rilevare il cambiamento in atto... quanto si stia estendendo il silenzio sulla morte.

Non è, sia chiaro, che io reputi irrinunciabile la notizia della morte di Shirley Temple, ma sono costretta a fermarmi e ad osservare questo caso come uno sviluppo della mentalità che sta silenziosamente dilagando. Sempre più la nostra civiltà gioca a rimpiattino con la morte. Il diritto di cronaca e lo scoop costringono i Mass media a comunicarci la fine precoce di un attore in attività o di un campione sportivo, è ovvio... Ma dove è possibile la morte viene celata.

Allo stesso modo taciamo ogni giorno delle decine di suicidi, delle tragedie che coinvolgono persone all'estero diamo lo stretto necessario, e concentriamo il grosso della comunicazione sulla Politica e sulla straripante massa di commenti che questo argomento riceve da opinion leader e/o editorialisti. Replichiamo fino alla nausea le immagini e le dichiarazioni di quanti partecipano al vecchio e stantio teatrino della politica di questo Paese in declino, e ignoriamo la maggior parte delle notizie che riguardano sia il resto del mondo sia il resto dell'Italia. Guardare un TG oggi significa disporsi ad assistere a una sequela di servizi sulla Casta dei politici e sulla scarna relazione di fatti di cronaca. Questi ultimi hanno vita breve, quella del giorno in cui ne viene data la notizia, e poi finiscono nel dimenticatoio: nessun giornalista (o quasi) si preoccupa più di seguire la notizia e in questa superficialità della comunicazione trionfa la damnatio memoriae nella quale siamo condannati a vivere: niente più ricerca delle cause e assoluto disinteresse per le conseguenze, ovvero l'assoluta cancellazione della memoria, e io aggiungerei della Coscienza.

Se volete, quindi, la morte di Shirley Temple e la pratica del silenzio scelta dalla maggior parte dei telegiornali è solo un esempio che uso per farvi notare l'evidenza di una situazione alla quale ci stiamo abituando, questa superficialità estrema e totale che sta trasformando la nostra comunicazione e, quindi, la nostra esistenza. E nel tempo che da ogni parte sentiamo definire come il tempo della Comunicazione Globale assistere a questa selezione innaturale delle notizie, a questo silenzio sulla morte dei Personaggi, a questa damnatio memoriae... dovrebbe per lo meno metterci in allarme, farci rendere conto che stiamo camminando sull'orlo di un burrone, precipitati in fondo al quale neppure più della Coscienza di esseri umani avremo più Memoria.

F.P.M.



Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sabato, 18 Novembre 2017 18:45:07

Esegui Login o registrati




Siamo qui grazie a:
AGISLAB-MI 1
vai



Cerca

This Web Site can be translated to your language:

Iscriviti alla nostra newsletter

 


Save the Children
save-the-children 
Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 
FacebookTwitterLinkedin