In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

Diverse? Sì, in tutto

diversita


Diverse? Solo per il nostro orientamento sessuale?
Proprio no, e vi spieghiamo perché...


 



Spesso ci è capitato di trovare conoscenti che ci appellavano come “Diversa” e dopo anni abbiamo iniziato a interrogarci sul significato di questa denominazione.

Perché?
Perché siamo diverse?
Diverse perché omosessuali?
È solo per la nostra dichiarata differenza sessuale che altri ci dichiarano “diverse”?
Darci un risposta non è stato semplice, davvero…

Oggi rispondiamo: no, noi siamo “diverse”perché, come diceva Vittorio Arrigoni, vogliamo continuare a restare umane.

Ma cosa significa “continuare a restare umane”?
Per noi significa mettere al centro il Diritto della Persona e non il proprio interesse o il facile Profitto a discapito degli altri. Significa non gettare la spugna e continuare a lottare, nel nostro caso con il mezzo a noi più consono -lo scrivere- per cercare di porre le basi di un sistema diverso che non sia fondato sul mero Profitto. E per fare questo è necessaria una vera rivoluzione… una rivoluzione nonviolenta ma che sia soprattutto una rivoluzione culturale.

Cerchiamo di spiegarci meglio con esempi tratti dalla nostra e vostra esperienza quotidiana.


In questi giorni è al centro del dibattito il caso della ministra Nunzia De Gerolamo che, secondo i suoi accusatori, avrebbe favorito amici e parenti nell’occupazione di posti nei luoghi di potere.
Ci ha colpite la dichiarazione di Alfano, il segretario del suo partito, l’NCD: le intercettazioni sono abusive.
Angelino Alfano ha quindi posto l’accento solo su una faccia della medaglia, ignorando completamente l’altra metà.
A noi avrebbe fatto piacere una dichiarazione diversa: le intercettazioni sono abusive , ma il comportamento della Ministra non è stato cristallino e deve essere chiarito.


Altro esempio: Silvio Berlusconi ha dichiarato di voler essere capolista alle prossime elezioni europee. E tutti ripetono che non può essere candidato.
Ma noi ci poniamo un’altra domanda: perché nonostante la condanna e l’espulsione dal Parlamento può continuare a muoversi come un comune cittadino in tutta Italia? Perché, invece, altre persone solo in attesa di giudizio giacciono in carcere o sono con obbligo di dimora?


Altro esempio: l’onorevole Ivan Scalfarotto, in quanto parlamentare, ha ottenuto che le tutele sanitarie di cui fruisce per il suo ruolo fossero estese anche al suo compagno. Perché a tutte le altre coppie omosessuali questa opportunità viene negata?


Altro esempio: Tarsi, Tari, Trise, Iuc sembrano le sigle che compongono i cruciverba, invece sono metodi inventati per tartassare i cittadini con tasse inique. Perché chi dovrebbe garantire uguali diritti ai cittadini si impegna per rendere la tassazione sempre più iniqua?

Come mai non si attua una seria revisione del catasto in base alla quale applicare un’equa tassazione? Come mai molte abitazioni sul nostro territorio non risultano neppure censite nei catasti comunali? Sono meri fantasmi?


Altro esempio: CIE e immigrazione. Perché anziché accoglierli, i migranti vengono rinchiusi in luoghi che assomigliano più a lager che a centri di accoglienza? In base a quale rispetto del Diritto?


Altro esempio: Cos’è una famiglia? Chi può definirsi famiglia? Perché i nostri politicanti ne parlano sempre ma poi in realtà redigono leggi che obbligano le donne a mettere in un cassetto il loro desiderio di maternità?
A nostro avviso è venuto il momento di mettere mano al diritto di Famiglia e redigerlo tenendo conto delle diverse necessità ed esigenze dei cittadini. Troppo spesso il termine stesso, famiglia, è strumentalizzato sia da correnti ideologiche che da gruppi religiosi in modo davvero inopportuno.


Altro esempio: La Costituzione pone il Lavoro tra i fondamenti della nostra Repubblica, eppure tale diritto è vessato o addirittura negato. La disoccupazione è a livelli vertiginosi, eppure, si continuano a privilegiare politiche assistenziali a seri piani industriali.


Altro esempio: “Con la cultura non si mangia” disse una noto politico, ed ha ragione; nel nostro Paese è molto difficile, se non impossibile, sbarcare il lunario dedicandosi ad attività culturali. Eppure la cultura, nel senso più ampio del termine, è alla base della civiltà, senza cultura anzi non vi è civiltà, vi sono solo manifestazioni di sopravvivenza nelle quali l’uomo si impegna solo a nutrirsi e a riprodursi, quando non a cercare di prevalere sul suo simile con la violenza.

E per noi la Cultura non può limitarsi a conoscenze meramente nozionistiche, tipo la conoscenza dei classici o della grammatica, essa è ben altro. Proprio per questo occorre ripensare sia il modello culturale sia il modo di diffondere le conoscenze e il loro insegnamento. Insomma proprio grazie alla cultura, a nostro avviso, è possibile ripartire iniziando a costruire una società con basi diverse.banda bassotti


Viviamo in un tessuto sociale che da decenni [per essere ottimisti] esalta la figura del “furbo” e di chi esibisce un potere, sia esso economico che politico; per noi di tutto ciò occorre fare tabula rasa.


È complesso e faticoso, vero…

È più comodo iscriversi nel Gruppo dei “furbetti del quartierino”, tra i compagni di merende, vero…


È un percorso per il quale occorrerà un impegno nel tempo, vero…


Ma noi continuiamo a crederci, da anni, ed è forse per questo che siamo “diverse” e non ci inquietiamo neanche più quando qualcuno ci appella così… ;)

Flaminia e Marinella

 

 

 

Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sabato, 18 Novembre 2017 18:44:53

Esegui Login o registrati




Siamo qui grazie a:
AGISLAB-MI 1
vai



Cerca

This Web Site can be translated to your language:

Iscriviti alla nostra newsletter

 


Save the Children
save-the-children 
Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 
FacebookTwitterLinkedin