In ottemperanza alla direttiva UE sulla riservatezza, ti informo che questo sito usa i cookie per gestire autenticazione e navigazione e per altre funzioni di sistema. Cliccando su Acconsento accetti la registrazione di questi cookie nel tuo computer. Se non accetti, alcune funzioni del sito saranno inibite - A cosa servono i cookies? Clicca per scoprirlo

Hai deciso di non utilizzare i cookies. Questa decisione puo' essere cambiata

Hai accettato di salvare i cookie sul tuo pc. Questa decisione puo' essere revocata

La Musica Queer…

 

nota queer
Con Paola Di Capua inizia un viaggio nel mondo delle canzoni che parlano di noi…    





 

La canzone come ogni altra espressione, come un libro, come un film come un vestito scelto o cucito addosso come una luce nella notte come un sorriso sincero come un abbraccio caldo e giusto. 

La canzone come emozione, passione, coinvolge i sensi e fa riflettere, fa conoscere e riconoscere, fa scoprire e fa capire, fa amare e fa odiare. 

La canzone come messaggio, denuncia e  libertà... 

La canzone dice  più di quel che fa un pensiero e apre porte chiuse a chiave, porte solo appoggiate in attesa che qualcuno ritrovi il modo di farci passare la luce... la luce del vero, la luce di quel che c’è ma a volte è nascosto. 

La canzone, una canzone… può svelare, può parlare e può gridare il desiderio di un cuore sospeso a metà… 

La canzone libera ed è libera da ogni stereotipo o preconcetto perché c’è il beneficio di quell’interpretare e volerci trovare se stessi e allora proviamo a trovarci qui..senza veli, senza scuse..solo con il cuore. 

Iniziamo un viaggio in un mondo che tutti conoscono ma che spesso nascondo a se stessi perché forse in fondo si teme quel che più affascina…
Paola Di Capua

 

Giulia
di Antonello Venditti
Album: Sotto il segno dei pesci, 1978


Sotto il segno dei pesci





Giulia gli occhiali sul naso
che sfiora la mente
parla di uomini e donne 
come solo lei sa
e la camera è bassa
e la mano piano piano che scende
trova la tua tenerezza e la sua verità
Giulia ci sa fare
Giulia è intelligente
Giulia è qualcosa di più
Giulia ti accarezza
Giulia lotta insieme
Giulia parla anche per te... ohh
è Giulia che ti tocca
è Giulia che ti porta
via da me...
dove il cammino è deserto
e il deserto è confine
calda la luce degli occhi ti guiderà
mentre io dovrei essere
il tuo, o il suo giustiziere
scopro la dolce vittoria della sua crudeltà
Giulia ci sa fare
Giulia è intelligente
Giulia e' qualcosa di più
Giulia ti accarezza
accarezza la tua mente
Giulia lotta anche per te
è Giulia che ti tocca
è Giulia che ti porta
via da me...
Perché lei è solo la mia vita
lei è solo tutto il mondo
lei è solo una gran parte di me
lei è solo una bambiana
lei è solo troppo bella
lei è solo troppo anche per te
lei è solo un po' confusa
e ti prego non portarla
via da me...
Giulia oh Giulia.. 

 

Bellissima canzone di Antonello Venditti… oserei dire per un pubblico di nicchia che è poi quella nicchia che a noi tanto piace.
Avevo solo un anno nel ‘78 ma ne avevo 15 la prima volta che la ascoltai in radio.
Me lo ricordo ancora quel pomeriggio e mi ricordo ancora quella sensazione… quel carpire tra libri e compiti il senso di una cosa che dentro di me era già molto più di un pensiero.
La ascoltai come si ascolta davvero; ad occhi chiusi e in silenzio e poi, abbandonati i consueti doveri scolastici, imbracciai la mia già inseparabile “compagna” accordata per trovare gli accordi di Giulia.
 Antonello Venditti

… “Giulia ci sa fare Giulia è intelligente Giulia è qualcosa di più”… e già; quel di più che per me era esattamente il segreto della felicità, dell’armonia, del capirsi con uno sguardo. 

E’ Giulia che ti tocca è Giulia che ti porta via da me”... 

Venditti si convince che sia Giulia a portargli via il suo amore, la sua bella, ma se lo racconta… perchè Giulia la tocca nell’animo oltre che nel corpo e non è certo lei a portarsela via ma l’altra a scegliere di seguirla..; dura verità, ma bellissima realtà. 

E  allora lui che dovrebbe essere il giustiziere in questione cosa fa..?? scopre la dolce vittoria della sua crudeltà.. . Dice tutto… 

Ma quale crudeltà… è solo una via, quella del cuore e di chi sa ancora seguirlo e aggiungo per fortuna… 

Lui prega che tutto ciò non avvenga ma è già successo; succede mentre lui assiste a quel che non credeva possibile. 

Ma Giulia vince, ha già vinto semplicemente perché è Giulia… senza schemi, senza finzioni, senza meccanismi perversi ma solo e semplicemente una donna che vive e si lascia leggere attraverso… e ditemi se non è una bella cosa questa?!.. 

…Adesso a Notte prima degli esami potete aggiungere questo stupendo affresco di poesia e musica e non mi sembra affatto poco.  

Grande Venditti… grande canzone. 

Ciao, Paola

 

Paola di Capua:
Chi desidera conoscerla meglio può vista il suo blog su Myspace o su OverBlog.
E su Leggereonline News


Guarda il video e ascolta Giulia




Share

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Venerdi, 22 Settembre 2017 15:43:58

Esegui Login o registrati




Siamo qui grazie a:
AGISLAB-MI 1
vai



Cerca

This Web Site can be translated to your language:

Iscriviti alla nostra newsletter

 


Save the Children
save-the-children 
Sempre
→ se vuoi →
cosa possono fare i tuoi
80 centesimi al giorno
 
FacebookTwitterLinkedin